zombi

zombi (e anche  zombie) nella tradizione popolare delle Antille è uno spirito soprannaturale in grado di ridare vita ai morti, ma l’anglicismo si è affermato per indicare i cadaveri così resuscitati, privi di volontà e succubi di chi li ha rianimati, in italiano si dice morto vivente; in senso figurato uno zombie può essere un cadavere ambulante, una persona succube, abulica, inerte, apatica, chi vive uno stato vegetativo e non ha reazioni, è privo di volontà o di emozioni, oppure chi sembra uno spettro, un fantasma, un simulacro.




2 commenti su: zombi

  • Secondo me la parola “zombi”, quando viene scritta solo con la ” i ” finale e quindi togliendo la “e”, può tranquillamente passare in osservato nei nostri vocabolari.

    • Certo senza la “e” finale è una parola quasi assimilata, anche se rimane invariabile. Il che non significa escluderla da questo lavoro e suggerire le sue alternative.

LASCIA UN COMMENTO