2 commenti su: mail

  • Riporto qui i termini che uso io al posto di “mail”, sperando che possano essere di una qualche utilità.

    Assieme a “indirizzo di posta elettronica” (che, obiettivamente, è un po’ lungo), uso anche il più breve “indirizzo elettronico”.
    E così pure nel caso di “messaggio/lettera di posta elettronica”, dico e scrivo più brevemente “messaggio elettronico”, “lettera elettronica”.

    Infine, nello scritto informale, specie in quello dei messaggini in cui è richiesta la massima brevità, scrivo ad esempio: “ti ho inviato posta@“, “hai letto la mia posta@?”, che mi sembra breve ed efficace: tutti mi capiscono senza dovere ricorrere a “mail”, e persino gli itanglofili più sfegatati non hanno nulla da obiettare ;-)). Che ve ne pare?

    Saluti

    • Talvolta basta un semplice “indirizzo” o “messaggio” e specificare elettronico, virtuale o digitale può essere superfluo se si è già in un contesto di Rete, in caso contrario “email” è di difficile sostituzione pratica, anche se il ricorso a “mail”, che è la posta in generale, con accezione informatica circola in italiano in modo non preciso. Post@ è comprensibile e ha precedenti anche nel titolo di un celebre film, però vale solo per lo scritto ed è un po’ ostacolato dal fatto che scrivendo in digitale alcuni prograsmmi attivano automaticamente sulla chiocciola il colore azzurro del collegamento ipertestuale, ma è una soluzione perfetta.

Lascia un commento