land grabbing

land grabbing in italiano si può dire accaparramento delle terre fertili, e indica l’acquisto su larga scala di vasti appezzamenti agricoli nei Paesi in via di sviluppo da parte di multinazionali, governi o soggetti privati, che li sfruttano senza il consenso delle comunità che ci abitano o che li utilizzano. È un fenomeno molto discusso esploso nel XXI secolo che molte Ong definiscono un vero e proprio saccheggio fondiario, poiché i governi locali vendono terreni formalmente inutilizzati, ma che di fatto costituiscono le risorse delle popolazioni che ci abitano e che ne vengono private. Es. “Uganda, il vorace accaparramento di terre fertili favorito dal governo. (…) Aumentate le denunce di land grabbing fatte dalla popolazione locale (La Repubblica, 17/02/2018); “Land grabbing, tutti all’assalto delle terre fertili” (Corriere della Sera, 29/10/2018).




Una risposta a “land grabbing”

Lascia un commento