Etichetta : Droghe

rave party (da to rave = farneticare), talvolta decurtato semplicemente in rave, in italiano è un raduno o una festa (semi)clandestina, solitamente organizzata attraverso il passaparola in ambienti aperti o in aree dismesse, nelle ore notturne, per dare vita a una festa scatenata, all’insegna di musica, balli, droghe e tras..

Leggi tutto

rehab (abbr. di rehabilitation = riabilitazione) in italiano si può dire più propriamente riabilitazione, ma l’anglicismo è perlopiù riferito ai centri di riabilitazione o cliniche di disintossicazione da droghe, alcol o altre dipendenze; es. “dopo le accuse di molestie l’attore è andato in rehab” = in cura, cioè a farsi curare in un centro specializzato; “Droga: la star è tornata in clinica per sottoporsi all’ennesimo rehab” = (trattamento di) disintos..

Leggi tutto

shooting room è una struttura per il consumo vigilato di sostanze stupefacenti che in italiano è chiamata anche stanza del buco, es. “Francia. Apre a Parigi la prima ‘stanza del buco’ del Paese. La shooting room verrà ufficialmente aperta il prossimo venerdì”; “Milano, ecco la ‘stanza del buco’: qui i tossici si iniettano la..

Leggi tutto

smart drug è una sostanza psicoattiva legale, nootropa (cioè che stimola l’attività mentale), una droga legale, le sostanze stimolanti non proibite dalla legge, cioè droghe o farmaci “intelligenti” (che aggirano i divieti delle leggi, per es. “Il mercato delle smart drugs: le nuove droghe dei ragazzi tra pasticche e polveri. E bastano 1..

Leggi tutto

trip, letteralmente viaggio, in senso figurato si usa per indicare il viaggio (mentale) suscitato dall’assunzione di stupefacenti, quindi anche un’allucinazione, uno stato alterato; in senso lato si può dire anche fissazione, mania, pallino (ho il trip per le au..

Leggi tutto

Pagina 2 di 2
1 2