clan

clan (lett. famiglia) 1) in italiano indica un gruppo chiuso o ristretto (apparentato dalla discendenza, ma anche da rapporti sociali e interessi comuni) e più in generale indica un gruppo o i membri di un gruppo (di appartenenza, per es. il clan di Celentano); 2) spesso ha un’accezione negativa di banda (un clan mafioso, cioè un’organizzazione chiusa legata a una famiglia o a una persona, dunque una cosca), cricca, combriccola, associazione, consorteria, famiglia, brigata, compagnia, congrega, e anche setta; 3) in ambito sportivo si usa anche come sinonimo di squadra, società o scuderia.




2 commenti su: clan

  • Salve Antonio, giusto un’osservazione: nell’ambito della criminalita’, il clan e’ una cosca (curiosita’: ho appena visto un documentario della BBC sulle mafie e il doppiatore traduce ‘mafia clan’ quando i carabinieri dicono ‘cosca mafiosa’).

Lascia un commento