Categoria : Linguaggio aziendale

work-life balance indica il rapporto d’equilibrio tra la vita privata e quella lavorativa, dunque l’equilibrio o rapporto vita-lavoro, la conciliazione tra sfera privata e lavorativa, il bilanciamento di privato e lavorativo (o professionale). Questa proporzione tra tempo libero e lavoro può essere intesa in senso positivo come armonia del benessere psico-lavorativo (“un corretto work-life balance” = rapporto vita-lavoro; “un atteggiamento al work-life balance dei propri dipendenti”. = benessere psico-lavorativo), per esempio con un buon compromesso fra l’orario di lavoro e quello del tempo libero, magari basato su flessibilità e attenzioni verso i lavoratori; oppure può essere sbilanciato a favore della carriera, dell’azienda e a scapito della vita privata (un’azienda dal pessimo work-life balance = invasiva nella sfera del privato, opprimente, soffocante, che antepone le proprie esigenze professionali a quelle della vita privata dei la..

Leggi di più

workflow è un flusso di lavoro, e l’anglicismo è impiegato in alcuni ambiti lavorativi per descrivere un percorso di azioni successive conseguenti una all’altra, dunque con il significato di protocollo operativo, prassi (procedura, fase, trafila, schema, iter) di lavoro.
Es. d’uso: “Strutturare e pianificare il workflow delle attività” = flusso, protocolli (Il Sole 24 Ore, 16/07/2018); “saper gestire correttamente tutti i passaggi che costituiscono il workflow documentale risulta fondamentale” = flusso di lavoro, procedure (Orizzontescuola.it); “l’automazione dei workflow aziendali” = i protocolli; “l’avvento di Internet e della tecnologia ha cambiato il workflow di produzione giornalistica e di creazione di contenuti” = le procedure, le prassi, gli schemi,..

Leggi di più

yes-man è letteralmente un uomo che dice sempre sì, dunque un individuo accondiscendente, servile, soprattutto usato nel linguaggio aziendale con un’accezione negativa per indicare chi è funzionale al potere, un adulatore dei superiori, chi asseconda il capo, un “signor sì”, dunque anche un tirapiedi, leccapiedi o una marionetta (es.: il presidente si circonda di yes man, “Il sindaco si dimette: Non sono uno yes man del pa..

Leggi di più

Page 52 of 52
1 50 51 52