Categoria : Tutti i lemmi

hackathon (hacker + marathon) è una maratona informatica, un raduno (ma anche una manifestazione, una gara, una competizione, una sfida) di smanettoni (informatici) o di sviluppatori (programmatori, esperti o appassionati di programmazione). Il termine → hacker in questo caso non ha un’accezione negativa legata alle attività illegali di intrusione piratesca, ma connota l’abilità nell’informatica, così come maratona si riferisce non alla manifestazione sportiva ma in senso lato alla durata della competizione (es. maratona televisiva). Solitamente questi raduni che durano uno o due giorni sono organizzati da aziende alla ricerca di soluzioni pratiche e coinvolgono una comunità di esperti per valutare e premiare i risultati più utili, efficienti o funzionali che emergono nell’evento. (Es. tratti dai giornali: “A Trento il primo hackathon del calcio italiano”, “Il più grande hackathon dedicato alla Pubblica Amministraz..

Leggi di più

hacker si usa con un’accezione negativa, come sinonimo di pirata informatico, e una positiva che denota l’abilità informatica e in questo secondo senso equivale in italiano a smanettone, esperto di programmazione, mago del computer. Talvolta, proprio per sfidare il sistema e dimostrare la propria abilità, chi si definisce hacker compie violazioni o intrusioni illegali in sistemi protetti, ma l’etica e la filosofia hacker (il termine si usa anche come aggettivo, come in questo caso) non prevede il danneggiamento, il furto di dati, lo sfruttamento per fini personali o l’ottenere guadagni, che invece identifica un → cracker, cioè un pirata vero e proprio, un ladro o criminale informatico, spesso indicato come hacker in modo improprio. L’anglicismo ha generato i semiadattamenti hackerare, cioè penetrare abusivamente in un sistema informatico, e talvolta manometterlo (es. un sito hackerato, cioè violato, e anche compromesso, ma in questo caso è più corretto craccato e craccare/crackare) e hackeraggio cioè l’attività di u..

Leggi di più

hacktivist (hacker + activist = attivista) in italiano è un attivista delle Rete o informatico, chi usa le proprie competenze da → hacker per mettere in atto forme di protesta, di denuncia, di smascheramento di realtà nascoste o di disobbedienza civile, per es. con fini politici o di giustizia sociale. A seconda delle azioni messe in atto, questi attivisti sono di volta in volta percepiti come criminali, terroristi, pirati, sabotatori informatici oppure con accezione positiva, come giustizieri, dissidenti, rivoluzionari informatici che agiscono per fini etici o per denunciare, smascherare e ostacolare poteri forti e ingiustizie (es. tratti dai giornali: gli hacktivist di Anonymous si scagliano contro Facebook; “Gli hacktivist hanno svolto il compito delle forze dell’ordine, scovando pedofili e costringendoli a chiudere i battenti”; “L’ex Miss di bellezza diventa hacktivist con un solo scopo: eliminare Isis e far cadere il Cal..

Leggi di più

hair stylist (lett. stilista dei capelli) e anche hair styler in italiano è un parrucchiere alla moda o di tendenza, ma negli ultimi anni l’anglicismo sta guadagnando terreno sui corrispondenti italiani generici di parrucchiere, barbiere e acconciatore (nelle insegne dei negozi e nella comun..

Leggi di più

hall in italiano si può dire benissimo atrio, (sala o salone di) ingresso, e anche sala di attesa negli alberghi o negli aeroporti; in senso lato tra i sinonimi ci sono anche anticamera, aula o v..

Leggi di più

hall of fame (lett. la sala d’aspetto della fama) in italiano corrisponde alla frase fatta arca della gloria, e cioè l’area ristretta delle persone famose, la cerchia dei famosi, dei migliori, di quelli che contano (es. tratti dai giornali: “il giocatore entrato nella hall of fame della Juventus”; “Donald Trump ha fatto il suo debutto nella Hall of fame dei presidenti amer..

Leggi di più

Page 1 of 15
1 2 3 15