fast food

fast food (lett. cibo veloce) indica un locale che serve pasti veloci, quindi una (o il settore della) ristorazione veloce (in senso ampio una tavola calda), e anche il pasto veloce (rapido, già pronto o al volo) che viene proposto (cfr. →   slow food). Ma a parte il significato letterale che comprende anche le catene che offrono per es. pizze o kebab, l’anglicismo identifica soprattutto i locali dalla ristorazione tipicamente statunitense (hamburger, patatine, salse..), e in questo caso non ci circolano alternative italiane per identificarli, il nome in inglese è un internazionalismo acclimatato in conseguenza dell’espansione delle catene multinazionali che spesso impongono anche la nomenclatura dei propri prodotti (→ cheeseburger, milk shake…). Un sinonimo creativo che si riscontra talvolta anche in qualche denominazione commerciale è quello di mangia e fuggi che esprime il concetto efficacemente con elementi italiani.




3 commenti su: fast food

  • Buongiorno. Ricordo di avere letto tempo fa, non ricordo dove, l’espressione “mangi e fuggi”, per indicare proprio questo genere di locale. E in effetti mi sembra che questa espressione dia proprio l’idea del ‘locale che serve pasti veloci’, tant’è che io ho deciso di utilizzarla al posto di “fast food”, e tutti mi capiscono. Ad es.: “amici, non mi parlate dei soliti ‘mangi e fuggi’, per carità, preferisco la gastronimia di qualità!”. Che ne pensate?

    • Grazie Gino, trovo l’espressione molto bella oltre che comprensibile, e seguirò il tuo esempio di usarla e diffonderla, fa parte dell’individualismo espressivo che porta a soluzioni creative perfette, invece di ricorrere a quelle stereotipate (ho dunque modificato la voce)! Purtroppo initaliano l’atteggiamento di fornte agli anglicismi è quello di ripeterli acriticamente senza appunto elaborare alternative famtasiose come questa, che trovo perfetta. Un saluto.

Lascia un commento