brainstorming

brainstorming letteralmente è una tempesta cerebrale, in pratica una tecnica di scambio di idee, una discussione a ruota libera, o anche parole in libertà (una traduzione efficace anche se non in uso) utilizzate in una riunione operativa, soprattutto in ambito pubblicitario, per risolvere un problema o proporre una strategia che si basa sui contributi di tutti i partecipanti. Il metodo è stato ideato nel 1941 da Alex Osborn, ma nel linguaggio aziendale il termine viene riproposto spesso in modo generico e non ortodosso (il più delle volte non si segue affatto il metodo di Osborn) e in questi casi si può rendere perfettamente con riunione creativa, o altre generiche espressioni come appunto riunione operativa (o strategica), scambio (o confronto) di idee (in spagnolo è stato tradotto con lluvia de ideas = pioggia di idee, in francese con remue-méninges = rimescolamento delle meningi, coniato negli anni ’60 da Louis Armand, membro dell’ Académie française).




6 commenti su: brainstorming

  • Grazie Rocco, il problema delle sostituzioni è legato appunto all’uso, non si tratta di un termine “intraducibile”, come spesso si dice erroneamente, ma appunto “intradotto”, cioè di cui non circolano troppe alternative, al contrario di quanto è avvenuto in Spagna e Francia. Conoscevo l’articolo di Ilaria Bonomi che segnali, anche se mi lascia molto perplesso l’affermazione: “A riprova di questo [= la sua non sostituzione] vediamo che i principali dizionari della lingua italiana non propongono alcuna traduzione né alcun sinonimo, ma si limitano a definire il significato dell’espressione inglese.” Questo è proprio un problema dei dizionari e di come sono attualmente strutturati; si limitano a dare le definizioni ma di rado fanno circolare le alternative, a parte il Devoto Oli che dall’anno scorso ha tentato questo esperimento, anche se limitato a soli 200 anglicismi su oltre 3.500 (diverso è invece il discorso dei dizionari dei sinonimi e contrari). Comunque lo sforzo del presente dizionario è proprio questo: andare a cercare alternative circolanti, un lavoro in molti casi molto difficile perché non ci sono molti precedenti. Un saluto, antonio zoppetti

  • La mia proposta: psicocentrifuga

    Infatti è un’attività in cui si centrifugano i cervelli per ottenere le idee. Parola composta, semplice e un po’ colta.

  • Grazie Ivano, proposta simpatica; purtroppo l’esercizio di creare neologismi, anche se ben congeniati, è un po’ sterile, perché poi non è possibile farli entrare nell’uso. Per questo motivo le alternative raccolte in questo dizionario non sono mai propositive, si limitano a registrare quelle possibili o in uso e psicocentrifuga è una bella trovata che appartiene all’individualismo espressivo ma che non è in circolazione. Un saluto.

Lascia un commento