out

out 1) in italiano significa fuori; 2) nel tennis e altri sport si usa quando la palla va fuori campo; 3) nel pugilato è il verdetto dell’arbitro di fuori combattimento, quando un pugile non si rialza dal tappeto nel tempo prestabilito. 4) In senso lato indica ciò che è fuori moda, desueto, sorpassato, inattuale, obsoleto, per cui essere out (contrapposto a essere –> in) corrispondere a essere superati, o essere fuori dalle cerchie contano, dunque tagliati fuori, esclusi, emarginati. L’anglicismo circola in molte locuzioni e composti.




Lascia un commento